Preparazione Tè Matcha | Come si prepara un perfetto tè matcha secondo l’antica tradizione giapponese e non!

preparazione tè matcha

Oggi voglio parlarti di quali sono i passi fondamentali nella preparazione del tè Matcha perfetto!

Prima di leggere questo articolo ti consiglio di iscriverti alla News Letter di NaturaleBio.com Iscrivendoti riceverai Sconti fino al 50% su una vasta gamma di prodotti legati al Tè Matcha.
Clicca qui e Ricevi Sconti Gratuiti

In offerta!
Esaurito
In offerta!
In offerta!
In offerta!
In offerta!
Esaurito

 

Infatti la preparazione di questo straordinario tè verde giapponese segue un “cerimoniale” ben preciso… un rituale davvero affascinante e ricco di tradizione!

Troverai tantissimi video su youtube davvero interessanti su questo argomento, ti consiglio di dargli un’occhiata perchè solo in questo modo capirai quanto è importante questo antico rituale nella preparazione del tè Matcha!

 

Proprio scoprendo questa cerimonia mi sono innamorata del tè Matcha, osservando la cura e la sacralità con cui viene preparato questo elisir benefico!

Viene definito, infatti,  l’elisir dei monaci buddisti, ed è la loro bevanda preferita…

L’ideale per meditare e rilassarsi, ma allo stesso tempo rimanere concentrati.

Le proprietà nutritive presenti all’interno del tè verde matcha ti rendono rilassato ma allo stesso tempo attivo e concentrato e gli effetti benefici di una singola tazza di tè matcha possono durare fino a 6 ore.

Il Matcha tea è sicuramente il migliore fra tutti i tè verdi per le sue proprietà organolettiche, ricco di vitamina B1, B2, vitamina C, beta carotene, polifenoli, teanina e caffeina.

 

Preparazione tè Matcha: cerimoniale del tè

Il Cha no yu (che significa, “acqua calda per il tè”) conosciuto come la cerimonia del tè, è un rito sociale e spirituale in Giappone.

Si usa solo ed esclusivamente il tè verde Matcha di grado cerimoniale, che è il grado più pregiato, lo trovi cliccando qui.

cha-no-yu preparazione tè matcha

La modalità di preparazione del tè matcha avviene per sospensione, in questo modo tutte le sue proprietà organolettiche vengono preservate.

La polvere finissima e di colore verde intenso viene fatta sciogliere direttamente nell’acqua calda con l’aiuto del chasen (un frullino di bamboo) ideale per mescolare questo tipo di tè senza formare grumi e rendendolo molto cremoso.

Questo cerimoniale vine effettuato in una particolare stanza, chiamata chashitsu, che deve essere poco luminosa, questo le conferisce un’atmosfera ricca di fascino e sacralità.

La cerimonia del tè si fonda su 4 principi fondamentali dello zen:

 

1 – Armonia, che comprende la relazione ospite-invitato.

2 – Rispetto, che deve essere riconosciuto ad ogni individuo e fondamentale per la comunione con ciò che ci circonda.

3 – Purezza, mentre pulisce la stanza del tè, l’ospite riordina anche se stesso.

4 – Tranquillità, in quanto bere tè in contemplazione avvicina l’uomo ad uno stadio di sublime serenità.

 

Utensili necessari nella preparazione del tè matcha

Per assaporare di un perfetto tè verde Matcha secondo i dettami della scuola del tè giapponese ti serviranno alcuni strumenti tradizionali:

Chawan: la tazza ideale per la preparazione di questo tè.

Una scodella ampia, fatta di ceramica o terracotta i cui colori vanno ad esaltare il verde intenso della bevanda.

Chashaku: anche chiamato Bamboo Scoop, è una paletta da tè che raccoglie il giusto quantitativo di tè matcha per una tazza.

Presenta una curvatura tipica fatta a vapore.

Il quantitativo è di circa 1 gr che equivale a mezzo cucchiaino da tè più o meno.

Chasen: anche detto Whisk, è un frullino largo realizzato in bambù.

Ideale per mescolare la polvere di tè in maniera omogenea senza alterarne il sapore.

utensili preparazione tè matcha

Questo semplice kit si compra facilmente online, ma non è indispensabile…

 

Se continuerai a leggere questo articolo fino in fondo ti svelerò dei piccoli trucchi per avere un cremoso tè matcha anche senza l’uso di questi strumenti! 😉

 

Come si prepara il tè matcha?

Innanzitutto devi sapere che esistono 2 maniere diverse di bere tè Matcha:

 

1 – Il Koicha.

2 – L’Usucha, il più comune.

 

In entrambi i casi non ti servirà setacciare prima il tè verde, perchè se il Matcha è di buona qualità la polvere sarà così fine che basterà l’uso del whisk per non creare grumi!

 

Scaldare precedentemente la tazza preserverà il calore del tuo tè più a lungo!

 

1. Il Koicha

E’ la versione di tè Matcha più forte.

Più ristretto, lo bevono come noi beviamo il nostro caffè!

Nella preparazione del tè matcha Koicha viene sempre usato il grado cerimoniale, perchè più pregiato, lo trovi cliccando qui.

Questa preparazione è la base per la preparazione del Matcha latte scopri la mia ricetta cliccando qui.

koitcha preparazione matcha

La proporzione è di 4 chashaku per circa 40 ml d’acqua.

L’acqua deve essere ad una temperatura di circa 70°/80°, non deve mai arrivare a bollore.

 

1 – Prendi il chawan, oppure una tazza ampia e bassa tipo scodella, metti dentro il tè verde e poi aggiungi l’acqua.

2 – Adesso con l’aiuto del chasen o whisk mescola il tutto, i movimenti dovranno essere dolci, non vigorosi.

3 – Dovrai alternare movimenti circolari a movimenti trasversali.

 

Non si dovranno formare delle bolle e la bevanda sarà più densa e liscia rispetto all’Usucha.

Il sapore sarà molto più deciso, si sentiranno molto le erbe giovani, simile al gusto di alcuni vegetali come gli spinaci ad esempio.

Al palato sarà comunque molto cremoso e con note di dolcezza.

 

Se non hai mai assaggiato il tè matcha ti sconsiglio di iniziare con questa tipologia, e anche se sei sensibile alla caffeina!

 

2. L’Usucha

E’ il modo più comune di bere il tè verde matcha.

La sua consistenza è nettamente più cremosa e liscia, si deve formare una bella schiuma sulla superficie.

usucha preparazione matcha

Anche in questo caso nella preparazione del tè verde Usucha si usa il grado Cerimoniale.

La proporzione è di 2 chashaku per 40 ml di acqua (io quando lo preparo ne metto 2 per 80 ml di acqua).

E’ importante questa proporzione perchè se troppo diluita la bevanda non verrà una crema, quindi ti consiglio di prepararlo in questo modo, poi se lo preferisci più leggero aggiungi dell’acqua in più in un secondo m0omento!

Anche qui l’acqua deve essere ad una temperatura di circa 70°/80°, non deve mai arrivare a bollore.

 

1 – Prendi il chawan, oppure una tazza ampia e bassa tipo scodella, metti dentro il tè verde e poi aggiungi l’acqua.

2 – Adesso con l’aiuto del chasen o whisk mescola il tutto, i movimenti dovranno più vigorosi ed energici.

3 – Dovrai alternare movimenti a “M” a movimenti a “W”, rimanendo sempre in superficie con il whisk, in questo modo sarà più denso e spumoso.

 

Se non hai il whisk, puoi utilizzare una semplice frusta da cucina oppure se ce l’hai un frollino per schiumare il latte, la consistenza verrà perfetta!

Ma adesso voglio svelarti qualche trucchetto per preparare il tè matcha in modo non propriamente convenzionale! 😉

 

I modi non tradizionali nella preparazione del tè matcha

Ti avevo promesso qualche piccolo segreto nella preparazione del tè matcha senza l’utilizzo di strumenti particolari ma utilizzando solo oggetti che ognuno di noi ha nelle nostre case!

Promessa mantenuta… 😉

Chi di noi non ha in casa un barattolo di vetro con il tappo? Quello di una marmellata o un sugo…?

beh sarà tutto ciò di cui avrai bisogno… a meno che tu non abbia un pratico e comodo shaker per fare i cocktail, allora andrà ancora meglio!

La proporzione è di 1 chashaku per circa 40 ml d’acqua.

Puoi usare acqua calda oppure fredda.

Se opti per l’acqua calda deve essere ad una temperatura di circa 70°/80°, non deve mai arrivare a bollore.

 

1 – Metti il tè verde matcha direttamente nel barattolo di vetro.

2 – Aggiungi l’acqua calda o fredda (come preferisci!).

3 – Chiudi accuratamente il barattolo e “shekera” per alcuni secondi (più lo fai, migliore sarà la consistenza!)

4 – Apri il barattolo e mettilo in una tazza…non resta che gustare!

 

Se hai lo shaker per fare i cocktail e desideri preparare una bevanda fresca e energizzante, segui gli stessi procedimenti, utilizzando l’acqua fredda e aggiungendo qualche cubetto di ghiaccio!

matcha freddo

 

Preparazione tè matcha: acqua calda o acqua fredda?

Questo è davvero una bella domanda…

Sicuramente la stagione in cui mi trovo quando decido di preparare il mio tè matcha influisce molto!

L’inverno, con il freddo mi piace di più consumarlo caldo…

E’ anche il metodo più tradizionale, e l’acqua calda permette di avere una consistenza molto più cremosa e sicuramente gli conferisce una amarezza leggermente maggiore.

Se invece voglio una buona bevanda fresca che mi doni energia scelgo l’acqua fredda.

Cambia molto il profilo aromatico, il colore è più luminoso.

Leggermente meno amaro, è sicuramente il modo migliore per avvicinarti a questo meraviglioso tè!

In più il tè matcha si combina benissimo con sciroppi di frutta, come quello alla fragola con l’aggiunta di un pochino di succo di lime oppure con sciroppo all’ananas e un pochino di menta…

Puoi aggiungere del miele per dolcificarlo oppure della tequila per un cocktail esplosivo!!

Insomma si presta benissimo alle combinazioni più creativequindi non ti resta che provarlo immediatamente!!

 

Se non hai idea di dove trovarlo ti consiglio il tè verde Matcha della NaturaleBio, un tè matcha puro e naturale proveniente dal Giappone e che puoi trovare in tutte le sue gradazioni:

 

Scrivimi nei commenti cosa ne pensi e condividi con me le tue esperienze!!

 

Conosci tutte le proprietà benefiche del tè matcha? Allora clicca qui > Gli straordinari benefici del Tè Verde Matcha | Le 15 proprietà benefiche di questo elisir miracoloso!

 

Ci vediamo al prossimo aggiornamento…

Un saluto,

Fiamma 🙂

 

P.S. Se hai trovato questo articolo interessante, condividilo con i tuoi amici! Te ne sarò grata…

 

In offerta!
Esaurito
In offerta!
In offerta!
In offerta!
In offerta!
Esaurito

4 pensieri su “Preparazione Tè Matcha | Come si prepara un perfetto tè matcha secondo l’antica tradizione giapponese e non!

  1. Bia dice:

    ciao fiamma, ho acquistato il tè matcha e vorrei provarlo freddo (essendo molto caldo in questo periodo). Come devo prepararlo? Sul barattolo del mio tè cerimoniale ho letto che vanno usati 80 ml di acqua calda e un grammo di tè. Devo fare lo stesso per la preparazione fredda? grazie mille

    • Fiamma Fabbiani dice:

      Ciao Bia, il procedimento è lo stesso e anche le proporzioni.
      Ovviamente dovrai avere maggiore cura nel mescolare il tè perché nell’acqua, essendo fredda, la polvere si scioglierà con un po’ più di difficoltà!
      Oppure puoi preparare il tè caldo e metterlo in frigo e gustarlo durante la giornata, magari con qualche fetta di limone rinfrescante..
      A presto

  2. Valentina dice:

    Ciao Fiamma e grazie per le utilissime istruzioni! Io ho provato anche un altro metodo “non convenzionale”: metto latte e matcha insieme nel montalatte elettrico, senza acqua, così ne esce un bel latte caldo con la polvere di matcha già amalgamata! Secondo te può essere una buona alternativa o le proprietà del tè matcha possono risentire del fatto di essere scaldato assieme al latte? Grazie!

    • Fiamma Fabbiani dice:

      Ciao Valentina,
      Va benissimo come alternativa, l’unica raccomandazione è di non scaldare troppo il latte, come nel caso dell’acqua è sempre meglio non superare i 70/80°.
      In questo modo tutte le sue proprietà rimarranno intatte!
      A presto, Fiamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *