Bacche di Açai: proprietà e benefici di questo frutto straordinario

Greta
Greta Wed 11 Nov 2020

Condividi

Parliamo di un superfood davvero versatile e potente, le bacche di Acai: vi sveleremo quali sono i benefici e le proprietà di questo frutto straordinario.

Le Bacche di Açai (pronunciato asaì con l’accento finale) sono piccoli frutti di colore blu-violaceo, che hanno origine nelle foreste pluviali dell’Amazzonia.

Vengono usate da sempre dai nativi brasiliani per le loro straordinarie capacità terapeutiche e sono oggi considerate un superfood  capace di donare energia e resistenza.

Grazie ai suoi potenti effetti benefici, l’açai non è più utilizzato solo come alimento base delle popolazioni sudamericane, ma sta conquistando anche l’Europa e il mondo.

L’incredibile concentrazione di antiossidanti, dovuta alla presenza dei suoi coloranti vegetali, gli antociani, ma anche la presenza di fibre, vitamine e minerali, rendono il frutto dell’Acai un alimento ottimo per l’organismo.

Proprietà e benefici delle Bacche di Acai

Il medico americano Perricone inserisce l’açaí nella lista dei dieci migliori superfood, definendolo il “frutto energetico” e sottolineandone il potere antiossidante.

Gli antiossidanti possono essere considerati gli antagonisti dei radicali liberi: in particolare, gli antociani svolgono un’azione antiossidante, in grado di contrastare l’invecchiamento prematuro delle cellule e dei tessuti.

Gli antociani combattono i radicali liberi e proteggono le cellule dallo stress ossidativo.

Inoltre, l’açai contiene elevati livelli di acidi grassi essenziali, grandi quantità di steroli vegetali, contiene fibre che aiutano la digestione ed infine è ricco di minerali e vitamine.

Da quale pianta provengono le bacche di Acai?

Il suo nome scientifico è Euterpe oleracea, Euterpe era una delle muse greche, mentre oleracea deriva dal latino olis-oleris che significa “verdura”: una verdura degna di figure semi-divine, quindi.

Le palme di Acai possono raggiungere un’altezza di 15-25 m, su uno spazio pianeggiante rimangono più basse, mentre dove la vegetazione è più fitta  crescono molto.

Sono rigogliose nelle zone vicino all’equatore, ma l’area dove vi è maggior presenza di questa pianta è nel bacino dell’Amazzonia.

La palma di Açaí è una pianta molto legata ai fattori climatici, diffusa specialmente nelle piane periodicamente sommerse (dette várzeas). Si trova principalmente nelle pianure alluvionali o nelle regioni fluviali del bacino amazzonico brasiliano.

Pianta Açai

Cosa si ricava dalla pianta di Acai?

Ci sono testimonianze che ci permettono di capire che questa palma veniva utilizzata già tremila anni fa.

Tutta la pianta può essere utilizzata, ma certamente le parti più importanti sono:

  • La polpa del frutto, cioè le bacche di acai
  • I cuori di palma
  • I semi dell’Acai

Dal punto di vista nutrizionale, ma anche economico, la parte più importante è la polpa delle bacche di Acai, dalla quale si ricava anche il succo, che è uno degli alimenti chiave dell’alimentazione in Amazzonia.

I cuori di palma sono anche detti palmitos, possono misurare fino a 60 cm e hanno un diametro di 2-3 cm e si trovano sopra il capitello della palma.

Sono considerati una delizia soprattutto in Francia, ma anche negli Stati Uniti. Hanno un sapore dolce e si possono mangiare nell’insalata o per preparare deliziose vellutate.

I semi dell’açaí hanno grandi dimensioni, in parte vengono compostati per ricavarne terriccio. Inoltre, vengono utilizzati per far nascere nuove palme, oppure come mangime per maiali.

A volte vengono utilizzati anche per fare artigianato locale.

La lavorazione delle bacche di Acai

La lavorazione di questo frutto viene ancora oggi effettuata manualmente.

I raccoglitori si arrampicano con l’aiuto di un’imbracatura sulla palma e tagliano l’intera infruttescenza oppure scuotono la pianta facendo cadere a terra le bacche.

Le bacche di acai vengono poi sfilate una ad una e raccolte in una cesta: i frutti, una volta raccolti, vengono messi in ammollo in acqua, le bacche di Acai vengono lavate con cura e scolate.

Successivamente viene staccata la polpa di Acai dal seme, questa lavorazione è molto difficile e fatta da persone specializzate.

Dentro una pentola i frutti vengono massaggiati con energia e la polpa viene passata attraverso due setacci di forma quadrata. Il primo setaccio è a fori più larghi (caroceiro) mentre il secondo a maglie più sottili (paneira fina) e vengono messi uno sopra l’altro mentre i frutti vengono posizionati in mezzo.

Pressati anche grazie all’utilizzo di poca acqua, i semi vengono poi rimessi nella pentola e rimassaggiati nuovamente.

Vengono di nuovo pressati per eliminare gli ultimi resti di polpa dai semi.

La lavorazione di questo frutto dà lavoro a moltissime persone, circa 30.000, e l’Açaí rappresenta buona parte del reddito per le famiglie brasiliane.

L’açaí per moltissimo tempo è stato alimento solo per le popolazioni rurali, ma negli ultimi anni ha innalzato il suo status a quello di superfood e fonte di energia naturale.

Da pochi anni è iniziata, quindi, la fase della commercializzazione ed esportazione. Questo avviene grazie a moderne tecniche di liofilizzazione, che permettono di trasportare grandi quantità e mantenere intatte tutte le sue proprietà.

Infatti, una volta raccolto il frutto si conserva per circa ventiquattro ore, ma osservando adeguate cautele il gusto e le sue proprietà rimangono inalterate.

Vediamo quindi come viene lavorata la polpa delle bacche di Acai per farle arrivare nelle nostre case, mantenendo intatte tutte le sue proprietà benefiche e nutrizionali!

Açai in polvere

Quali criteri seguire nella scelta di un buon Acai?

Quando acquisti le bacche di acai devi fare particolare attenzione a determinati criteri, che sono importantissimi nella scelta del prodotto migliore:

1] La coltivazione Biologica 

2] L’Alto contenuto nutrizionale

3] Una Liofilizzazione adeguata ( Freeze – Dried)

Cosa si intende per liofilizzazione Freeze – Dried?

Poiché le bacche subiscono un deterioramento entro 24 ore dalla raccolta è praticamente impossibile  trovarle in commercio fresche e appena raccolte.

La trasformazione in polvere di acai resta quindi uno dei migliori modi per assumere questo prezioso alimento ma bisogna accertarsi che le bacche vengano lavorate in maniera adeguata.

Per preservare tutti i valori nutrizionali, le bacche devono essere lavorate o congelate entro 24 ore dalla raccolta.

Esistono due modi di rendere la polpa di acai una polvere:

  • FREEZE DRIED 

È un processo di congelamento e liofilizzazione a freddo e a secco: l’acai  viene lavorata a basse temperature, preservando tutte le proprietà della bacca e mantenendo il prodotto 100% naturale.

Il metodo Freeze-dried è sicuramente il metodo migliore per trasformare la polpa in polvere ma è anche il più costoso. Per questo motivo il costo della polvere è notevolmente superiore rispetto alla polvere trasformata mediante il metodo Spry dried.

Meglio leggere attentamente l’etichetta del prodotto e se il metodo di lavorazione non è dichiarato, molto probabilmente è perché il prodotto è stato lavorato ad alte temperature e mediante il processo di Spry dired.

  • SPRY DRIED 

In questo metodo di lavorazione la polpa viene lavorata ad alte temperature, danneggiando cosi le proprietà nutrizionali, il colore e il sapore dell’acai.

Inoltre, per poter ottenere un prodotto solubile e in polvere è necessario aggiungere durante il processo della Maltodestrina, che renderà quindi l’acai un prodotto non più puro e naturale al 100%.

Ci teniamo a sottolineare che la polvere di bacche di Açai NaturaleBio è biologica e lavorata con il metodo freeze-dried.

Come assumere le bacche di acai in polvere?

La polvere di bacche di açaí biologica è considerata il miglior modo per integrare questo prezioso frutto nella propria alimentazione.

Il frutto dell’açai ha un buon sapore simile al mirtillo e al cioccolato, può venire quindi consumato esattamente in purezza, come qualsiasi altro frutto.

La polvere di bacche di acai può essere sciolta in acqua, nei frullati o nelle bevande per la colazione, in modo tale da renderne semplice e gradevole l’assunzione.

Inoltre, è l’ingrediente fondamentale per l’acai bowl, una ricetta brasiliana ideale da gustare per una ricca e nutriente colazione.

Non è altro che una gustosa macedonia, arricchita da cereali e frutta secca. Il tutto impreziosito dalla polvere di açaí con frutta frullata o yogurt. La consistenza sarà soffice e cremosa, il sapore delizioso e il gioco di consistente davvero interessante.

Potete sperimentare, usando questo prodotto in tantissime ricette di frullati, torte e dolci, ma non solo…

Le bacche di acai in polvere si usano anche nella preparazione di straordinarie ricette di bellezza, come le maschere per il viso, per godere a pieno del potente effetto anti-età!

Eventuali controindicazioni delle bacche di acai

L’açaí non ha particolari controindicazioni e la sua assunzione non dà effetti collaterali.

Non indicata nel caso di soggetti allergici o sensibili al frutto, perché potrebbe provocare reazioni cutanee. Meglio evitare in caso di gravidanza e allattamento o comunque assumere solo dopo averne parlato con il proprio medico.

Açai in Polvere

4.8
(51 recensioni)

Prodotto in Brasile, liofilizzato, crudo, estratto dalla polpa della bacca di Açai.

da 9,89€

Seguici su Facebook | Instagram |

Condividi

Autore

Greta

Appassionata di trekking, corsa all'aria aperta e yoga. Amo i cani, la musica rock e i viaggi zaino in spalla. Il cibo? Benessere nel piatto!

Disclaimer


Notice: Undefined index: en in /var/www/ecommerce/views/templates/post.php on line 333

Leggi anche

Accedi a NaturaleBio.com

Non sei ancora registrato? Non preoccuparti, la registrazione è automatica al primo accesso.

Hai già ricevuto il codice via email? Inseriscilo ora